Posts in Tag

equipaggiamento

Remember me my love, I’m the one you’re dreaming of Going for a ride, I’ll keep you warm inside I’m gonna roll up the sidewalk, I’m gonna tear up the ground Comin’ round to meet you, The long way round Sooner or later, I’ll get me off this track Gotta do what it is that I do and then I’m – coming back Got sun in my face, sleeping rough on the road I’ll tell you all about it, when I get home Gonna roll up the sidewalk, I’m gonna

“Quando lo stomaco di un uomo è pieno non fa differenza se è ricco o povero.” – Euripide Quando stavo preparando il viaggio sapevo che la mia inesperienza in fatto di viaggi in bici e di campeggio non mi avrebbe reso vita facile. Avendo deciso di partire dalle terre selvagge dell’Alaska, perlomeno nei primi tempi avevo davanti una curva di apprendimento tutta in salita. Ho deciso quindi di rimuovere uno dei fattori problematici che avrebbero potuto farmi perdere molto tempo: l’alimentazione. Per rimuovere il problema di preparare colazioni, pranzi e

Quando sono arrivato a Fairbanks a casa di Ben, colui che aveva accettato di ospitarmi tramite warmshowers.org (ma Ben è molto attivo anche su Couchsurfing) c’era ad aspettarmi un pacchetto che Cyndie, marketing manager di Skyroam mi aveva inviato. Skyroam produce un hotspot con una SIM virtuale. Significa poter viaggiare con questa scatolina che crea un hotspost personale al quale collegare tramite Wi-Fi fino a 5 dispositivi: il proprio cellulare/i, laptop, tablet, ereader (Kindle e simili) e quant’altro vi portate in vacanza e volete connettere a Internet senza svenarvi in