La miglior definizione di una vera avventura è un viaggio dal quale si potrebbe non tornare indietro vivi – e sicuramente non più la stessa persona. – Yvon Chouinard, Let my people go surfing Una mattina calda, umida e saliscendi lungo la costa accompagnavano la ripresa del viaggio in bicicletta dopo una notte passata campeggiando sulla spiaggia a Boca de Iguana, Messico. A torso nudo, grondante sudore in un strappo più lungo degli altri ho controllato il mio contachilometri e mi sono accordo di aver passato la soglia dei 10,000

A quel tempo danzavano per le strade come pazzi, e io li seguivo a fatica come ho fatto tutta la vita con le persone che mi interessano, perché le uniche persone che esistono per me sono i pazzi, i pazzi di voglia di vivere, di parole, di salvezza, i pazzi del tutto e subito, quelli che non sbadigliano mai e non dicono mai banalità ma bruciano, bruciano, bruciano come favolosi fuochi d’artificio gialli che esplodono simili a ragni sopra le stelle e nel mezzo si vede scoppiarela luce azzurra e

Lasciare New York, non è mai facile (mi sta facendo a pezzi). Ho visto la luce svanire – R.E.M “Leaving New York” 22/12/2015 Hmm…pesante. Troppo pesante. Troppo carico. Impossibile continuare il viaggio in questo modo. Ho le gambe dure. Non faccio più velocità. Non ci sono abbastanza ore di luce per fare chilometri. Fa’ più freddo del previsto. Questi sono solo alcuni dei pensieri che assillavano la mia mente appena lasciato San Francisco. Non sono l’unico che ha problemi a riprendere il viaggio dopo una lunga pausa, leggendo i racconti

Quando sono arrivato a Fairbanks a casa di Ben, colui che aveva accettato di ospitarmi tramite warmshowers.org (ma Ben è molto attivo anche su Couchsurfing) c’era ad aspettarmi un pacchetto che Cyndie, marketing manager di Skyroam mi aveva inviato. Skyroam produce un hotspot con una SIM virtuale. Significa poter viaggiare con questa scatolina che crea un hotspost personale al quale collegare tramite Wi-Fi fino a 5 dispositivi: il proprio cellulare/i, laptop, tablet, ereader (Kindle e simili) e quant’altro vi portate in vacanza e volete connettere a Internet senza svenarvi in

Un viaggio si misura meglio in amici che in miglia. – Tim Cahill Ho pedalato per due mesi da solo, per la maggior parte tempo in lande desolate, giornate scandite dagli elementi. La cultura ellenica ne elencava quattro: fuoco, terra, aria ed acqua. Secondo Aristotele a questi se ne aggiungeva un quinto, l’etere o anche la quintessenza. La considerava essenza del mondo celeste al contrario delle quattro terrestri e credeva che l’etere fosse eterno, immutabile, senza peso e trasparente. Gli alchimisti addirittura credevano che l’etere fosse il composto della pietra

1 2 3 4 Page 3 of 4